Povidone-Iodine e Virus del Covid-19

Povidone-Iodine (Betadine) Antisettico Nasale per la Rapida Inattivazione del SARS-CoV-19

 

Un interessante studio è stato pubblicato a fine settembre 2020 su JAMA Otolaryngology-Head & Neck Surgery una delle più prestigiose riviste otorinolaringoiatriche con alto impact factor (valenza scientifica della rivista). E’ stata studiate l’efficacia sul virus SARS-CoV-2 del Povidone-iodine, disinfettante per la pelle e le mucose universalmente utilizzato da anni sia in sala operatoria che a casa e noto per la sua sicurezza e tossicità pressochè nulla.

E’ risultato che anche a basse concentrazioni (0,5%-1,5% e 5%) questo prodotto ha una straordinaria efficacia nell’inattivare rapidamente (15 secondi) il virus del COVID-19 con capacità perfino superiori a quelle dell’alcool etilico al 70% (il prodotto di base per i gel disinfettanti che tutti utilizziamo in questo periodo per le mani). Non solo, è stato testato uno spray nasale all’1,25% che nello studio in vitro ha agito meglio dei comuni prodotti utilizzati in laboratorio per i test di inibizione virale.

I medici ed i ricercatori dell’Università del Conneticut e del laboratorio di virologia dell’Università dello Utah, autori dell’articolo, hanno suggerito uno spray nasale con una soluzione all’1,25% di Povidone-Iodine 4 volte al giorno ogni 4 ore per la prevenzione dell’infezione del personale sanitario di reparti COVID con risultati promettenti.

Ci vogliono studi clinici, attualmente in corso, per validare l’uso su larga scala di questo preparato.Nella nostra specialità, per altro, da anni utilizziamo con beneficio soluzioni diluite di questo disinfettante per il lavaggio nasale di pazienti sofferenti di sinusite cronica e/o operati al naso ed ai seni paranasali senza aver mai riscontrato effetti collaterali o danni locali.

Anche se la sperimentazione ha dimostrato che l’assorbimento dello iodio, che è il componente base di questo prodotto, è scarsamente significativo anche a lungo termine, la somministrazione di questo prodotto in pazienti con disfunzioni tiroidee note deve essere evitata.

Vi sono poi alcune perplessità sulla stabilità di soluzioni diluite con i prodotti commerciali e suggeriscono di preparare quotidianamente una nuova soluzione e di conservarla al fresco dopo l’uso.

Razionale:

e’ stato dimostrato (Hou, Okuda. Edwards et al, 2020) che il virus del COVID-19 inizialmente infetta le cellule ciliate della mucosa nasale e che questo rappresenterebbe il sito dominante dell’infezione. Il virus quindi, con un meccanismo di microaspirazione, diffonderebbe progressivamente attraverso l’asse orofaringeo verso le vie respiratorie fino ai polmoni provocando la caratteristica polmonite. La gravità delle diverse manifestazioni cliniche dell’infezione da COVID-19 sembrerebbe proporzionale alla diffusione virale dal naso alle vie respiratorie inferiori. Per questo, l’inattivazione virale a livello del naso potrebbe non solo ridurre il rischio di trasmissione dell’infezione tra persone ma anche diminuire la gravità della malattia riducendo la carica virale trasmessa ai polmoni. Gli spray nasali a base di Povidone-Iodine potrebbero aggiungersi all’uso delle mascherine facciali come ulteriore mezzo di mitigazione e prevenzione della diffusione virale su larga scala.

 

Tratto da:

Frank S.,MD, Brown S.M., MD, Capriotti J.A, MD et al. Jama Otolaryngology-Head & Neck Surgery, doi:10100/jamaoto. 2020.3053. Published online September 17, 2020

 

Sulla base di questa esperienza noi suggeriamo l’uso di uno preparazione all’1,25% così composta

Betadine, soluzione al 10%                            1 parte

Soluzione fisiologica o acqua corrente          8 parti

 Si può utilizzare la soluzione con

  • il flaconcino di uno spray nasale: applicare 2-3 puff per narice mattino e sera e aspirare profondamente dal naso dopo l’applicazione. Non soffiare il naso per almeno 1 minuto
  • una peretta o una siringa per irrigazione nasale almeno una volta al giorno
  • apparati per irrigazione nasale (NetiPot, SinH2O washer, ecc): irrigare con la soluzione ciascuna narice per almeno 15”-20” secondo le modalità suggerite per lo specifico apparato

Si consiglia di preparare ogni giorno una nuova soluzione

Da non usare in caso di malattie della tiroide e in caso di allergia a iodio

Stampa