Articoli in evidenza

Protocolli Prevenzione COVID-19

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Procedure di SANIFICAZIONE AMBIENTALE

e prevenzione della diffusione ambientale del virus SARS-CoV-2

ver. 0002 del 19/02/2021

La trasmissione del SARS-CoV-2 avviene prevalentemente attraverso la forma di droplets, grandi particelle presenti nell’aria, per contatto diretto ed indiretto e per via aerosolica che si differenzia dalle droplets per la minore dimensione delle particelle contenenti il virus.

È quindi necessario porre in atto tutte le misure di prevenzione efficaci nell’impedire la trasmissione ambientale del virus ed adottare tutte le precauzioni utili a ridurre le possibilità di contatto:

  • limitare l’esposizione
  • igienizzare frequentemente le mani
  • utilizzare correttamente i dispositivi medici e i DPI
  • mantenere il distanziamento sociale
  • sanificare ambienti e superfici

I locali dello studio OtoRinoLaringoiatri Associati vengono sanificati almeno 2 volte al giorno indipendentemente dalla presenza di pazienti per l’esecuzione di tamponi o test sierologici per la ricerca del virus del COVID-19.

La sanificazione ambientale prevede:

  • Il personale addetto alle pulizie misura la temperatura corporea all’ingresso nei locali e la annota su apposita scheda personale, quindi indossa i DPI previsti e forniti dal datore di lavoro, in particolare: camice monouso, cuffia, mascherina chirurgica, guanti in vinile, soprascarpe
  • controlla anzitutto che sia stata effettuata adeguata ventilazione dei locali (le finestre di ogni stanza vengono lasciate aperte durante le ore notturne)
  • provvede alla rimozione dei lenzuoli di carta utilizzati per la protezione dei lettini e dei mobili utilizzati per l’esecuzione delle procedure mediche e li elimina negli appositi contenitori per rifiuti speciali disponibili nello studio e predisposti per la raccolta differenziata con un contratto stipulato con azienda specializzata (BIVI s.r.l.)
  • provvede alla pulizia delle superfici e delle pareti dei locali con comuni detergenti umidi limitando al massimo l’uso di aspirapolvere
  • esegue la sanificazione dei mobili e degli arredi dei locali con panni dedicati impregnati di Neo-sterixidina spray che viene lasciata evaporare senza procedere ad asciugatura
  • il medesimo prodotto viene utilizzato spruzzandolo o passandolo con panno umido sui rivestimenti delle sedute di ogni locale
  • procede quindi alla sanificazione dei pavimenti passando una frangia bagnata con una soluzione all’1% di GD90 Golmar. Il liquido disinfettante viene sostituito almeno 2 volte durante l’operazione
  • Al mattino, prima dell’inizio delle attività uno dei medici responsabili dello studio, procede ad una ulteriore sanificazione di tutti gli ambienti utilizzando un’apposita apparecchiatura HYGIENIO che eroga un vapore rapidamente disinfettante costituito da una soluzione al 2,5% di ADAMANTIUM PLUS (Diphedac a base di Alchil-dimetil-benzil ammonio cloruro).
  • tale operazione viene anche eseguita durante l’intervallo del pranzo ed alla sera al termine delle attività mediche
  • durante la giornata i locali bagno pazienti vengo disinfettati con l’apparecchiatura HYGIENIO dopo ogni uso
  • Durante gli orari di esecuzione dei tamponi si procede disinfezione con HIGENIO di tutti i locali del percorso paziente dopo ogni esame (locale esami, sala d’attesa, corridoio e segreteria-uscita)

I responsabili dello studio

Dott. Fernando Mancini

Dott.ssa Manuela Sacchi

 

Ref: Gruppo di Lavoro ISS Prevenzione e Controllo delle Infezioni COVID-19. Indicazioni ad interim per la sanificazione degli ambienti interni nel contesto sanitario e assistenziale per prevenire la trasmissione di SARS-CoV 2. Versione del 7 luglio 2020. Roma: Istituto Superiore di Sanità; 2020. (Rapporto ISS COVID-19, n. 20/2020 Rev. 2).

 

 


 

Procedura di esecuzione tamponi rapidi COVID-19

tampone nasofaringeo antigenico rapido COVID-19 Abbot

Test sierologico rapido (IgG e IgM) COVID-19 Abbot

Versione n. 0002 del 19 febbraio 2021

 

  • I tamponi vengono richiesti dai pazienti per via telefonica o e-mail
  • I tamponi vengono eseguiti solamente su appuntamento, in orari che non interferiscono con le normali attività dello studio medico specialistico
  • Le prenotazioni sono distanziate di 15 minuti per evitare assembramenti nei locali che per altro dispongono di almeno 2 o 3 stanze dedicate all’attesa per un numero massimo di 4 (quattro) posti a sedere ciascuna
  • La pianificazione degli appuntamenti consente una permanenza del paziente per un massimo di 20 minuti e consente di utilizzare le sale d’attesa per non più di 2 pazienti contemporaneamente anche in condizioni di massimo afflusso
  • I pazienti all’arrivo seguono un percorso di ingresso riservato sui balconi all’esterno dello studio (ALLEGATO 1, PIANTINA DEI PERCORSI DI INGRESSO ED USCITA). Qui si effettua il triage su apposita scheda (allegato 2) si fanno disinfettare le mani con gel alcolico, indossare guanti monouso e si fanno riporre gli oggetti personali in apposito sacco che viene consegnato al paziente. Il paziente firma la scheda di triage sulla quale si annota anche il nome e ove possibile, il recapito del medico di famiglia
  • L’attesa del tampone avviene sul balcone dove sono presenti segnalazioni di distanziamento di oltre 1 metro e sedie adeguatamente distanziate
  • La stanza dove si eseguono gli esami ha accesso diretto dal balcone ed è dotata di lavamani
  • I medici, le segretarie e tutto il personale dello studio indossano sempre i DPI di norma:
    • mascherina facciale FP2 o FP3 senza valvola
    • Cuffia
    • Visiera facciale
    • Camice in tessuto usa e getta
    • Calzascarpe o sovrascarpe
  • Gli esami sono eseguiti da uno degli specialisti in servizio: Dott. Fernando Mancini, Dott.ssa Manuela Sacchi Otorinolaringoiatri), Dott.ssa Ludovica Vasconi (odontoiatra)
  • Il paziente attende in sala esami almeno per 5 minuti allo scopo di verificare la validità del test e la sua eventuale positività che, nella nostra esperienza, appare nella maggioranza dei casi entro pochi minuti
  • Il medico segna per iscritto l’orario esatto di inizio dell’esame
  • Se il test è valido, il paziente viene fatto accomodare in una delle sale d’attesa.
  • In caso di pazienti sintomatici o di test con segni iniziali di positività l’attesa del risultato avviene in una sala d’attesa riservata a questi casi
  • Dopo 15 minuti dall’inizio dell’esame il test viene letto ed il risultato viene comunicato al paziente (allegato 3 e 4)
  • Il paziente attraverso un percorso dedicato all’uscita passa in Segreteria dove gli viene rilasciata fattura e viene eseguita copia dell’esame
  • Dopo il test il paziente può eliminare i DPI che gli sono stati forniti, gettandoli nei contenitori per rifiuti speciali in dotazione allo studio, disinfetta nuovamente le mani e lascia lo studio con la raccomandazione di non usare l’ascensore per uscire dall’edificio
  • Al paziente positivo al test vengono fatti indossare nuovi guanti in vinile che il paziente disinfetta successivamente con gel alcoolico e gli viene raccomandato di non toglierli fino al ritorno al proprio domicilio dove dovrà effettuare la quarantena prevista
  • Il paziente positivo viene informato degli obblighi previsti per pazienti COVID-19, della modalità di evoluzione della infezione e dei sintomi che, se dovessero insorgere devono essere immediatamente comunicati al proprio medico di famiglia
  • al paziente positivo si chiede comunque di comunicare al proprio medico di famiglia la positività e di informarlo della avvenuta segnalazione al portale COVID
  • Dopo ogni esame si procede alla disinfezione di tutti i locali interessati al percorso paziente (sala esami e suoi arredi, sala d’attesa e relative sedute, del percorso di uscita del paziente, inclusi la segreteria, le porte di accesso allo studio, il pianerottolo delle scale comuni e cabina dell’ascensore)
  • Le procedure di disinfezione sono indicate in un apposito protocollo
  • I DPI del personale medico e dei collaboratori dello studio vengono sostituiti dopo ogni esame ed eliminati negli appositi contenitori per rifiuti speciali soggetti a smaltimento da parte di ditta specializzata (BIVI srl):
  • In caso di positività di un paziente, il personale ed i medici oltre alla usuale sostituzione dei DPI prevista per ogni esame si sottopongono anche a disinfezione personale mediante apposita apparecchiatura Hygenio certificata anche per la disinfezione degli abiti e tessuti

Dott. Fernando Mancini

Dott.ssa Manuela Sacchi

 

N.B. Tutte le schede della temperatura corporea del personale, le schede tecniche e le specifiche relative ai materiali, sostanze igienizzanti e sanificanti, istruzioni e certificazioni delle apparecchiature igienizzanti, contratti con la ditta di smaltimento rifiuti sono disponibili nell’archivio cartaceo e telematico dello studio

 

Tags: covid-10, sars covid-19, protocollo, prevenzione infezione, protocollo covid-19

Stampa